Tag

,

per non vederti intera
per non controllare quanto non ti piaci
non tieni specchi in casa

mi specchio in te e non mi piaci

*

cento metri di garza nello stomaco
e non si finisce mai di srotolare
così sei tu
questa sei tu
è questo il tuo segreto

riconosco i tagli
perché conosco i coltelli

*

animale è l’amore
ma tu segui gli spacciatori di oracoli
e intendi che animale è ogni affetto
sicché deragli e ti schianti scimunita
e incapace di saziare sete e fame
contemporaneamente
mangi e però sei assetata
bevi e però sei affamata
immusonita davanti al doppio portale

l’avesse detto l’amica mia più cara

*

non sei vulnerabile
controlli e ti proteggi
e per timore d’essere umiliata
vai umiliando
tutto rifiutando e niente dando
ma allo sdentato confidi
che hai perso un dente

ho perso un dente
s’è rotto

bevi e sii grande

non parlo con chi non si mette il rossetto

*

ti senti speciale
e metti perline tra i capelli e gelatina
e ruoti le dita per acchiappare forme d’aria
e tenere in pugno l’universo
ma non sei speciale
sei rigida e gelidina
e io sono contenta di essere comune

con te non parlo
non voglio parlare

*

[I testi sono tratti da Jolanda Insana, Turbativa d’incanto, Garzanti 2012]

post correlati:

Jolanda Insana – Disamore

Jolanda Insana – Il martòrio

Annunci